Fabrizio Paterlini – Transitions – Villa Dionisi – Fondazione Aldo Morelato

Carissimi Amici di Alla fine dei conti 

questo periodo di “Transizione” è il momento più adatto per proporVi Transitions di Fabrizio Paterlini.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Un bellissimo Video con la splendida Musica di Fabrizio Paterlini e la Regia di Edoardo Cantini.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini e il Regista Edoardo Cantini 

La registrazione è stata effettuata a Villa Dionisi  in Località Cà del Lago a Cerea in provincia di Verona, sede del MAAM della Fondazione Aldo Morelato

Tra le fotografie scattate dal Fotografo Danyyl Pochtar sul Set di Transition, inserisco qualche informazione della realtà custodita a Villa Dionisi: il MAAM – Museo delle Arti Applicate nel Mobile della Fondazione Aldo Morelato.

Una Spendida Giornata 

Nell’aria d’Estate, appena sospinta da soffi caldi e leggeri, le note scivolarono lentamente nelle sale della Villa dando vita a pensieri di un tempo che prendeva le distanze dal nostro pesante e incerto quotidiano. Avvolti dalla Musica di Fabrizio Paterlini abbiamo insieme vissuto un giorno tra spazi reali trasformati in virtuali all’interno di forme vigorosamente classiche accarezzate da sonorità contemporanee. Una Villa travolta dalla risonanza che invadendo sala dopo sala, la trascinava in un immaginario mondo formale abitato dalla melodia delle note. Una Musica come pura espressione sonora liberata dai martelletti percossi di un pianoforte a coda, quali gesti replicati a comporre quei “viaggi” di piacere giunti fino a meravigliare della perfetta simmetria creata tra la coscienza accogliente e la mente custode di quei suoni per poterne replicare la presenza.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

MAAM – Museo delle Arti Applicate nel Mobile Contemporaneo

Il Museo delle Arti Applicate nel Mobile Contemporaneo – MAAM – diretto dall’Architetto Ugo La Pietra con gli allestimenti curati dall’Architetto Sophia Los è una realtà particolare poiché preziosi mobili dal Design Contemporaneo inseriti nelle sale di Villa Dionisi assurgono al ruolo di vere e proprie Opere d’Arte. 

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Storia e Design Contemporaneo

Visitare il MAAM a Villa Dionisi permette di immergersi nel doppio percorso della Villa. Quello storico dell’edificio e del suo grande parco e quello tra la preziosa collezione di mobili d’Arte, di Proprietà della Fondazione Aldo Morelato, i cui progetti sono stati eseguiti nei laboratori di ebanisteria dell’Azienda Morelato.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Ebanisteria Sperimentale dal 1982

Tutte le opere in esposizione sono modelli sperimentali, pezzi unici di Design Contemporaneo applicato al Mobile d’Arte. I prototipi realizzati documentano in oltre vent’anni di ricerca, a partire dal 1982, la sperimentazione tecnica nell’uso dei materiali. Uno studio che si riallaccia stilisticamente sia alla tecnica esecutiva che alla plurisecolare tradizione produttiva della zona, al mobile storico del Novecento con recuperi e rimandi all’Art Decò, al Razionalismo e al Liberty.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Progetti di Designer nazionali e internazionali

I modelli esposti sono arricchiti dai relativi disegni di progetto, alcuni dei quali portano la firma dei designer più acclamati. Tra gli autori di questi progetti per il Mobile d’Arte segnaliamo: Colognese, Castellini, Cordero, De Lucchi, De Muro, Garofano, La Pietra, Lo Porto, Mancini, Mollino, Pozzallo, Raggi, Riva, Rizzato, Salerno, Salvatori, Ulrich, Venosta.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Concorso Internazionale sull’Arte Applicata nel Mobile

Le opere sono idealmente suddivise in cinque categorie di studio: Edizioni, Riedizioni, Citazioni, Allusioni e I Più Piccoli.

La Collezione si arricchisce ogni anno di nuove opere ideate dai vincitori del Concorso Internazionale sull’Arte Applicata nel Mobile indetto dalla Fondazione. Tutti i pezzi esposti al MAAM possono essere realizzati e commercializzati dall’Azienda Morelato.

Fotografia di Danyyl Pochtar, Fabrizio Paterlini

Fotografia di Danyyl Pochtar, il Regista Edoardo Cantini 

Un omaggio alla Poesia con un testo poetico di Piera Oppezzo (Torino 2 Agosto 1934 – Miazzina 19 Dicembre 2009)

Da Oppezzo P., Una lucida disperazione, Novara, Interlinea 2016

Il mondo c’è

 

Che cerimonia

l’avvio della giornata.

Quell’annuncio che il mondo c’è

non smette di abbagliare.

 

Ci viaggi dentro

oggi come ieri come domani.

C’è. C’è. C’è. Non puoi

non puoi che sbalordire.

 

Un caro saluto

Elena Alfonsi