Cimitero Monumentale di Mantova

Carissimi Amici di Alla fine dei conti
 
è mio desidero farVi partecipi di una giornata memorabile. 
E’ stato bellissimo ed emozionante poter assistere a un doppio appuntamento Giovedì 30 Maggio scorso, presenziando a due importanti e significative inaugurazioni avvenute all’interno del Cimitero Monumentale di Mantova
La Rassegna “Alla fine dei conti” è dal 2018 un Progetto di Cultura per la città di Mantova grazie al contributo di Tea Onoranze Funebri del Gruppo Tea S.p.A., e come tale ha l’onore e il piacere di poter lasciare traccia di questa splendida giornata anche sul proprio sito, sia dell’inaugurazione del “Giardino delle Rimembranze” che dell’impegnativo lavoro di valorizzazione dello Storico Tempio Crematorio di Mantova”.
Di seguito troverete testi e immagini che sapranno evidenziare al meglio il lavoro del Gruppo Tea S.p.A e del Comune di Mantova per “Progresso e innovazione tra arte e vita” 

Vi terrò debitamente informati…poiché sono in arrivo nuove e preziose collaborazioni per il nostro territorio ricco di cultura.
 
Un caro saluto 
Elena Alfonsi
 

Inaugurazione Giardino delle Rimembranze e Antico Tempio Crematorio

Il GIARDINO

Il giardino delle rimembranze rientra nelle attività proposte da Tea nell’ambito dell’offerta di gara per l’affidamento del servizio di gestione cimiteriale, indetta dal Comune di Mantova. E’ importante sottolineare che il progetto e la sua realizzazione sono stati curati dal Gruppo:

Direzione tecnica (ing. Battistello)

Servizio strade

Servizio verde

Servizio cimiteriale

La consulenza architettonica è dell’architetto Zandonella.

Il Giardino ospita un manufatto di forma ottagonale per la dispersione delle ceneri.

E’ composto da un basamento circolare su cui sono posate 9 lastre in granito bianco sardo, intervallate da 9 lastre a forma circolare in pietra serena di Verona e da un ultimo elemento di chiusura in granito bianco sardo. La copertura a scorrimento è in lega di acciaio trattata e verniciata a caldo.

La pavimentazione interna al giardino è realizzata in ghiaietto resinato, con finitura superficiale con granigliato a spacco, la cui colorazione richiama il rivestimento della facciata principale.  

L’opera è stata realizzata in circa 14 mesi.

Il luogo potrà essere utilizzato per la cerimonia della dispersione, ma anche per ricordare e commemorare il defunto in occasione di anniversari.

Simbologia:

  • Rettangolo: rispetta la regola aurea (Sezione Divina rapporto fra base ed altezza)
  • Leggero abbassamento verso il centro: ricongiungimento con la terra 
  • Spirale, buco nero: attira tutto a sé, ma anche l’espansione verso …
  • Pozzo: riporta i 4 punti cardinali, l’arco (composto da 3 punti) che rappresenta il cielo, il piatto la terra, quindi 4+3= 7  con l’ottagono ( 8 lati) per cui  7+1 elementi rappresenta la somma di 8 = completezza

IL TEMPIO CREMATORIO

Anche questa iniziativa rientra nelle proposte di Tea per la valorizzazione del Cimitero Monumentale e delle memorie storiche e artistiche che custodisce.

Il progetto è di Stefano Benetti che ha curato le ricerche storiche insieme a Diego Saccani.

Si è recuperato uno spazio monumentale identitario della comunità mantovana, sia in quanto rappresentazione di uno spaccato della sua storia, sia in riferimento alla prima versione del Tempio, risalente al 1887.

Il Tempio attuale, sorto nel 1931 dopo la demolizione del primo, conserva numerosi e pregevoli monumenti funebri di autori quali Carlo Vitali, Agamennone Paganini, Carlo Cerati, recuperati dall’originario Tempio del 1887.

Una WebbApp guida il visitatore nel breve ma ricco percorso museale.

 

Settimana dei cimiteri storici europei: al Monumentale due novità

Il 30 Maggio inaugurano il Giardino delle Rimembranze e il Tempio Crematorio

In occasione dell’annuale “WDEC Settimana per la scoperta dei cimiteri europei” dell’associazione europea ASCE che si svolge dal 26 maggio al 2 giugno, il Comune e Tea presentano al cimitero Monumentale (30 maggio ore 17) il nuovo giardino delle Rimembranze, dedicato alla dispersione delle ceneri di chi ha scelto di essere cremato, e la valorizzazione dell’antico tempio crematorio.

Il Giardino delle Rimembranze 

Il Giardino delle Rimembranze è stato progettato da Tea e si trova nell’area cimiteriale, vicino all’Ossario. All’interno del giardino è possibile proseguire nella cerimonia della cremazione e disperdere le ceneri del proprio congiunto all’interno del cimitero, luogo della memoria, del raccoglimento e del ricordo. Il giardino è inserito in un’area verde di forma rettangolare, ampia 2.300 metri quadrati; la sua geometria richiama la forma della galassia a spirale, al centro della quale è posto il vaso per la cerimonia di dispersione. I vialetti sono contornati da cipressi, aiuole e fiori.

Il progetto di valorizzazione dello storico Tempio Crematorio

Il progetto di musealizzazione e valorizzazione dello storico Tempio Crematorio di Mantova, voluto da Comune di Mantova e Tea, è stato curato da Stefano Benetti e nasce dal proposito di restituire al pubblico uno spazio monumentale inteso come spazio identitario della comunità mantovana, sia in quanto rappresentazione di uno spaccato della sua storia sia, in riferimento al primo Tempio risalente al 1887, quale espressione della cultura, dell’architettura e dell’arte funeraria della seconda metà dell’Ottocento.

LA STORIA DELLA CREMAZIONE A MANTOVA

Mantova è una delle prime città in Italia a dotarsi di un Tempio crematorio pubblico, concepito dai medici condotti, quale affermazione del “progresso della scienza e della civiltà”. Inaugurato nel 1887 esso viene realizzato grazie alla collaborazione tra Comune e Amministrazione Provinciale.

IL TEMPIO CREMATORIO

L’attuale Tempio, sorto nel 1931 dopo la demolizione del primo, oggi conserva numerosi e pregevoli monumenti funebri di autori quali Carlo Vitali, Agamennone Paganini, Carlo Cerati, recuperati dall’originario Tempio del 1887. Le opere plastiche, “in un intreccio serrato tra arte e vita”, raccontano le storie di uomini e donne che hanno avuto un ruolo di primo piano nelle vicende mantovane dell’Ottocento e del primo Novecento.

L’ALLESTIMENTO

I contenuti, oltre che essere impaginati in un allestimento di per sé innovativo, trovano il necessario approfondimento nel “Tempio digitale”, una guida interattiva multimediali in forma di web-app, a cui ci si può collegare con il proprio smartphone-tablet mediante Wi-fi gratuito Tea, per navigare alla scoperta del monumento e dei protagonisti che lo popolano.

L’iniziativa vuole salvaguardare la memoria individuale e collettiva della comunità, nella consapevolezza che questa rappresenti un’espressione della sua ricchezza storica, artistica e culturale.

LA CREMAZIONE OGGI

Nel 2008 Tea ha realizzato, all’interno del cimitero Monumentale degli Angeli, un nuovo forno crematorio. Il fabbricato copre oltre mille metri quadrati ed è costituito da una sala forni, uffici amministrativi, locali di ricevimento e di attesa per i famigliari con un ampio spazio per la celebrazione del rituale di commiato. Negli ultimi anni le persone hanno scelto sempre più di affidarsi alla cremazione. Ciò, oltre che a motivi di carattere personale, può essere dovuto all’importante processo di modernizzazione e miglioramento del servizio offerto, anche in termini di tempi di attesa.

ALCUNI DATI: nel 2007 le cremazioni sono state 3.024, nel 2008 3.731, per poi arrivare, in costante aumento, nel 2018 a 7.235.

Scarica QUI il Folder dello Storico Tempio Crematorio